Gli affidano paziente, badante lo uccide

Non è stata una morte naturale, come ipotizzato in un primo momento, ma un omicidio quello di Tullio Cantore, 54 anni, trovato morto nella sua abitazione lo scorso 18 novembre a Torino. Manuel Antonio Ramirez Fuentes, il badante peruviano che ne aveva denunciato la morte, sostenendo che i lividi sul corpo della vittima fossero dovuti alle sue frequenti cadute, ha confessato di averlo ucciso, esasperato dalle difficoltà nell'accudirlo. L'uomo è crollato davanti al gip, dopo due giorni di carcere. "L'ho ucciso io, ho perso la pazienza", ha sostenuto il badante peruviano a cui l'Asl aveva affidato il paziente psichiatrico in cambio di poco più di mille euro. Non è escluso che l'inchiesta prosegua per accertare se ci siano state irregolarità nell'affidamento del malato.

ANSA

Altre notizie

Notizie più lette

  1. Campo nomadi di via Germagnano, al via l'abbattimento di una decina di baracche
    Torino Today
  2. Ciriè, gli rubano in casa mentre guarda la tv ma la figlia le mette in fuga
    Torino Oggi.it
  3. Più di 2 mila le operazioni della Poliza Municipale nel campo nomadi di via Germagnano nel 2016
    Torino Oggi.it
  4. Investito da un'auto: uomo trasportato in ospedale
    Torino Today
  5. Investito di fronte la caserma dei Carabinieri di Ciriè
    Torino Oggi.it

Gli appuntamenti

In città e dintorni

SCOPRI TUTTI GLI EVENTI

La Cassa

FARMACIE DI TURNO

    Nel frattempo, in altre città d'Italia...